testata Forum Natura Mediterraneo
Forum | Registrati | Msg attivi | Msg Recenti | Msg Pvt | Utenti | Galleria | Map | Gadgets | Cerca | | FAQ | Regole |NUOVA Tassonomia | Pagina Facebook di Natura Mediterraneo | Google+
Suggerimento: Lo sapevi che puoi aggiungere le informazioni di Google Map nel Forum? Clicca qui!
Cerca
Salva
Password dimenticata

 Galleria Tassonomica
 di Natura Mediterraneo
 


Nota! La determinazione degli insetti necessita quasi sempre di un'indicazione geografica e temporale precisa.
Invitiamo quindi gli utenti ad inserire questi dati ogni volta che viene richiesta una determinazione o viene postata una foto di un insetto. I dati forniti dagli utenti ci consentiranno anche di attribuire un valore scientifico alle segnalazioni, contribuendo a migliorare e integrare le attuali conoscenze sulla distribuzione delle specie postate.


 Tutti i Forum
 Forum Animali - Natura Mediterraneo
   INSETTI
 Orthoptera
 4 specie di Chorthippus (Glyptobothrus) da Salbertrand
 Nuova Discussione
 Versione Stampabile my nm Leggi più tardi
I seguenti utenti stanno leggendo questo Forum Qui c'è:
Autore Discussione Precedente Discussione Discussione Successiva  

parnassius
Utente Super


Città: Torino
Prov.: Torino

Regione: Piemonte


7573 Messaggi
Tutti i Forum

Inserito il - 30 agosto 2019 : 23:15:51 Mostra Profilo  Apri la Finestra di Tassonomia

Lo scorso 25 agosto ho gironzolato un po’ attorno al campeggio che frequento a Salbertrand (TO), in alta Val di Susa, a circa 1000 metri di quota. Gli Acrididi erano numerosissimi e in particolare ho potuto osservare, nel corso della stessa giornata e a pochissimi metri di distanza gli uni dagli altri, ben tre specie diverse di Chorthippus del sottogenere Glyptobothrus, un gruppo di specie piuttosto difficili da determinare dal punto di vista morfologico ma in cui i suoni emessi dai maschi sono spesso determinanti. Visto che erano abbastanza disponibili a farsi guardare e ascoltare, ho pensato di metterli qui per aiutare la determinazione di queste specie altrimenti ostiche, grazie a ciò che ho appreso dal volume della Fauna d’Italia legato agli Ortotteri.


Chorthippus (Glyptobothrus) brunneus: specie che ha mediamente tegmine più lunghe e strette delle altre, che in zona trovo molto comune proprio all’interno del campeggio, nelle piazzole erbose. Il suo “canto”, costituito da ronzii molto brevi, è molto frequente da sentire, anche se superficialmente è molto simile a quello di un’altra specie molto abbondante in zona, Euchorthippus declivus.


Immagine:
4 specie di Chorthippus (Glyptobothrus) da Salbertrand
190,59 KB
Immagine:
4 specie di Chorthippus (Glyptobothrus) da Salbertrand
243,22 KB

parnassius
Utente Super


Città: Torino
Prov.: Torino

Regione: Piemonte


7573 Messaggi
Tutti i Forum

Inserito il - 30 agosto 2019 : 23:18:44 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
Chorthippus (Glyptobothrus) mollis ignifer: specie molto simile alla precedente ma con le tegmine più corte e larghe, con campo costale più allargato. Il frinire però è molto differente, una lunga sequenza di ronzii di intensità crescente. Mi è sembrata la specie più frequente, l’ho trovata sia all’interno del campeggio che in tutte le zone prative circostanti.

Immagine:
4 specie di Chorthippus (Glyptobothrus) da Salbertrand
136,41 KB
Immagine:
4 specie di Chorthippus (Glyptobothrus) da Salbertrand
189,7 KB

Qui un maschio approcciava una femmina, che presumo fosse della stessa specie, ammesso che il maschio non si stesse sbagliando

Immagine:
4 specie di Chorthippus (Glyptobothrus) da Salbertrand
229,67 KB

Torna all'inizio della Pagina

parnassius
Utente Super


Città: Torino
Prov.: Torino

Regione: Piemonte


7573 Messaggi
Tutti i Forum

Inserito il - 30 agosto 2019 : 23:22:06 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
Chorthippus (Glyptobothrus) vagans: specie trovata solo molto recentemente, e che al momento ho rinvenutoin un piccolo numero di esemplari attorno ad una strettissima fascia di vegetazione più alta al confine fra una radura e una strada. Questa specie si caratterizza per avere un timpano molto grande e ovale, a differenza delle due specie precedenti in cui è stretto e a forma di fessura. Questo carattere si è rivelato molto utile perché di questa specie non ho mai sentito il canto vero e proprio ma solo dei suoni di contatto (il canto vero e proprio è simile ma dura molto più a lungo).


Immagine:
4 specie di Chorthippus (Glyptobothrus) da Salbertrand
178,28 KB
Immagine:
4 specie di Chorthippus (Glyptobothrus) da Salbertrand
195,28 KB





Una foto dell’ambiente in cui ho trovato gli esemplari:


Immagine:
4 specie di Chorthippus (Glyptobothrus) da Salbertrand
244,79 KB
Torna all'inizio della Pagina

parnassius
Utente Super


Città: Torino
Prov.: Torino

Regione: Piemonte


7573 Messaggi
Tutti i Forum

Inserito il - 30 agosto 2019 : 23:23:13 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
Chorthippus (Glyptobothrus) pullus: questa specie la inserisco per completezza anche se non l’ho trovata nella stessa giornata ma quasi un anno esatto prima, il 22 agosto 2018, a poco più di 500 metri di distanza in linea d’aria dalle altre ma in un ambiente completamente diverso, sul greto della Dora Riparia, una delle pochissime località italiane in cui si trova questa specie molto particolare. È facilmente riconoscibile (ma ringrazio comunque Daniele Baroni per la conferma) per il timpano circolare, le tegmine piuttosto corte e l’habitus complessivo, con lobi genicolari molto scuri e tibie posteriori rossastre con base chiara, inoltre l’habitat di ritrovamento è anch’esso molto tipico. Finora ne ho incontrato un unico esemplare da cui ho ottenuto una sola foto decente e nessuna registrazione, ma data la rarità sono più che soddisfatto


Immagine:
4 specie di Chorthippus (Glyptobothrus) da Salbertrand
248,24 KB

Modificato da - parnassius in data 31 agosto 2019 00:14:08
Torna all'inizio della Pagina

mantidron98
Utente Senior

Città: Alfonsine
Prov.: Ravenna

Regione: Emilia Romagna


1047 Messaggi
Flora e Fauna

Inserito il - 01 settembre 2019 : 10:47:14 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
Belle foto e belle specie
Il Chorthippus pullus l'ho trovato anch'io, ma in Friuli. In una località del Pordenonese, nella valle del Cellina, c'era una discreta popolazione, ma gli esemplari erano individuabili con estrema difficoltà.

CIAO
Marco
Torna all'inizio della Pagina

parnassius
Utente Super


Città: Torino
Prov.: Torino

Regione: Piemonte


7573 Messaggi
Tutti i Forum

Inserito il - 01 settembre 2019 : 21:38:25 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
Grazie! Confermo la difficoltà nell'individuare questa specie, infatti avrei voluto fotografare l'esemplare da altre angolazioni ma ha fatto un salto ed è completamente sparito alla mia vista, senza che riuscissi a ritrovarlo! Non saprei stimare l'entità della popolazione, nonostante altre visite non ne ho più visti, ma in quel punto il letto muta molto velocemente conformazione e quest'anno ad esempio non sono riuscito a raggiungere certe zone tra cui proprio il punto in cui l'avevo visto.
Torna all'inizio della Pagina
  Discussione Precedente Discussione Discussione Successiva  
 Nuova Discussione
 Versione Stampabile my nm Leggi più tardi
Scorciatoia






Forum Natura Mediterraneo © 2003-2018 Natura Mediterraneo Torna all'inizio della Pagina
Questa pagina è stata generata in 0,38 secondi. TargatoNA.it | Movie BackStage | Snitz Forums 2000

Leps.it | Herp.it | Ecotrekking.it | Lynkos.net