testata Forum Natura Mediterraneo
Forum | Registrati | Msg attivi | Msg Recenti | Msg Pvt | Utenti | Galleria | Map | Gadgets | Cerca | | FAQ | Regole |NUOVA Tassonomia | Pagina Facebook di Natura Mediterraneo | Google+
Suggerimento: Lo sapevi che puoi aggiungere le informazioni di Google Map nel Forum? Clicca qui!
Cerca
Salva
Password dimenticata

 Galleria Tassonomica
 di Natura Mediterraneo
 



 Tutti i Forum
 Forum Animali - Natura Mediterraneo
   INSETTI
 Passeggiate entomologiche
 Bottled beetles
 Nuova Discussione
 Versione Stampabile my nm Leggi più tardi
I seguenti utenti stanno leggendo questo Forum Qui c'è:
Pagina Successiva >>
Autore Discussione Precedente Discussione Discussione Successiva
Pag.di 4

lynkos
Con altri occhi


Città: Sant'Eufemia a Maiella
Prov.: Pescara

Regione: Abruzzo


17647 Messaggi
Tutti i Forum

Inserito il - 06 luglio 2009 : 07:53:22 Mostra Profilo  Apri la Finestra di Tassonomia

Carissimi, spero che mi perdonate il titolo in inglese, la seduzione dell'allitterazione era troppo forte .
Dopo la storia tutto sommato positiva delle uova di lucertole depositate in una bottiglia di plastica (vedi qui), prendo spunto dal post spettacolare di Beppe ambientato alla foce dell'Ombrone (vedi qui) per dimostrare un altro lato dei rifiuti ben diverso. Durante la nostra operazione recente di pulizia spiagge, fra i rifiuti rimossi c'erano non poche bottiglie di vetro e di plastica piene di coleotteri morti, probabilmente attratti dai resti di qualche sostanza zuccherata e poi rimasti intrappolati. Quelli più colpiti da questo fenomeno erano i Pimelia, anche perché molto comuni sul nostro litorale...

Bottled beetles
96,52 KB
Bottled beetles
110,34 KB

Ma abbiamo anche trovato molti Scarites buparius, ben più scarsi e considerati indicatori della salute del habitat costiero. Questi erano trovati in un contenitore di plastica, insieme a decine di Pimelia. Il colore rossastro e dovuto ai riflessi della plastica rossa accanto.

Bottled beetles
68,91 KB

A proposito, complimentissimi Beppe per l'impegno e passione con quale porti avanti il tuo lavoro sulla costa. Però, passo a te la critica che è stata anche fatta a me... le tue foto dei rifiuti sono troppo belle, quasi un incitamento a sporcare !

Sarah Gregg - Con altri occhi


"A cosa serve una grande profondità di campo se non c'è un'adeguata profondità di sentimento?" Eugene Smith, fotografo americano

Modificato da - elleelle in Data 15 gennaio 2012 22:54:06

Vitalfranz
Utente Senior


Città: Luxembourg

Regione: Luxembourg


2500 Messaggi
Flora e Fauna

Inserito il - 06 luglio 2009 : 09:15:48 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
Verissimo Sarah...e qui vorrei inserire una critica a certi animalisti miopi (non te! ) che non esitano a "mettere in croce" qualche entomologo per aver raccolto alcuni insetti per la propria collezione, sia pure protetti e in Parco Nazionale, quando una sola bottiglia può uccidere e distruggere (senza alcun fine scientifico o collezionistico) migliaia di esemplari.

Io stesso ho raccolto, alcuni anni fa, 2 esemplari di Percus peasserinii nelle Foreste del Casentino (mi pare a Camaldoli), ma devo dirti che ho trovato almeno una mezza dozzina di bottiglie nel bosco, con un numero di elitre e addomi della stessa specie per un totale stimato di non meno di 500 esemplari.

Credo che una maggiore "attenzione" a questi particolari, magari una sensibilizzazione con cartello che mostri fotograficamente i risultati di certe "disattenzioni" e pigrizie, renda molto di più di un puerile cartello con frasi del tipo "non disturbare la fauna".

Chi va nel parco per cacciare (e ti posso dire che non sono pochi gli entomologi a cui ho sentito dire: il Parco é l'unico posto dove si può cacciare, perché almeno trovi qualcosa) non ci fa neanche caso... ma al massimo sta nel parco qualche ora!
Infinitamente maggiori sono i danni di un turista con famiglia, armato di buoni sentimenti e tanta disattenzione... a questi bamboccioni dovrebbero essere rivolti i cartelli.

E questo scopo dovrebbe esser indirizzata anche la Legge.
È ridicolo pretendere di appioppare una multa, o addirittura ordinare il sequestro (), per un esemplare catturato di insetto protetto (sia pure CITES, Convenzione di Berna, Washigton, allegato I...) e dare una semplice multa (che poi non si dà) a chi getta una bottiglietta vuota nel parco.

Se vogliamo veramente proteggere la fauna, diamo pene commisurate.
Un esemplare di Carabus olympiae porta una multa di 500 €?
Benissimo: allora una bottiglietta in val Sesia deve portare una multa di almeno 500 € x 100 exx. = 50.000 €.
Se no, é solo propaganda, stupida e vigliacca. E fa bene chi se ne frega.


Francesco Vitali
Torna all'inizio della Pagina

ospitone
Utente Senior

Città: Cagliari
Prov.: Cagliari

Regione: Sardegna


1518 Messaggi
Flora e Fauna

Inserito il - 06 luglio 2009 : 09:27:34 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
D'accordissimo con Francesco Vitali! Le bottiglie sono terrificanti oltre che per gli insetti anche per i micromammiferi, spesso ho contato più di 10 crani di toporagni vari (Crocidura russula e Suncus etruscus) frammisti a elitre di tantissimi coleotteri (Carabidi e Tenebrionidi).


Torna all'inizio della Pagina

gigi58
Moderatore Trasversale


Città: Trapani
Prov.: Trapani

Regione: Sicilia


17657 Messaggi
Tutti i Forum

Inserito il - 06 luglio 2009 : 09:35:28 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
Messaggio originario di Vitalfranz:

Verissimo Sarah...e qui vorrei inserire una critica a certi animalisti miopi (non te! ) che non esitano a "mettere in croce" qualche entomologo per aver raccolto alcuni insetti per la propria collezione, sia pure protetto e in Parco Nazionale, quando una sola bottiglia può uccidere e distruggere (senza alcun fine scientifico o collezionistico) migliaia di esemplari.

Io stesso ho raccolto, alcuni anni fa, 2 esemplari di Percus peasserinii nelle Foreste del Casentino (mi pare a Camaldoli), ma devo dirti che ho trovato almeno una mezza dozzina di bottiglie nel bosco, con un numero di elitre e addomi della stessa specie per un totale stimato di non meno di 500 esemplari.

Credo che una maggiore "attenzione" a questi particolari, magari una sensibilizzazione con cartello che mostri fotograficamente i risultati di certe "disattenzioni" e pigrizie, renda molto di più di un puerile cartello con frasi del tipo "non disturbare la fauna".

Chi va nel parco per cacciare (e ti posso dire che non sono pochi gli entomologi a cui ho sentito dire: il Parco é l'unico posto dove si può cacciare, perché almeno trovi qualcosa) non ci fa neanche caso... ma al massimo sta nel parco qualche ora!
Infinitamente maggiori sono i danni di un turista con famiglia, armato di buoni sentimenti e tanta disattenzione... a questi bamboccioni dovrebbero essere rivolti i cartelli.

E questo scopo dovrebbe esser indirizzata anche la Legge.
È ridicolo pretendere di appioppare una multa, o addirittura ordinare il sequestro (), per un esemplare catturato di insetto protetto (sia pure CITES, Convenzione di Berna, Washigton, allegato I...) e dare una semplice multa (che poi non si dà) a chi getta una bottiglietta vuota nel parco.

Se vogliamo veramente proteggere la fauna, diamo pene commisurate.
Un esemplare di Carabus olympiae porta una multa di 500 €?
Benissimo: allora una bottiglietta in val Sesia deve portare una multa di almeno 500 € x 100 exx. = 50.000 €.
Se no, é solo propaganda, stupida e vigliacca. E fa bene chi se ne frega.


Francesco Vitali


Ogni volta che vengono mostrate foto che riguardano la nostra stupidità e la nostra superficilità nella gestione della natura mi rattristo, mi sento impotente. Ma possibile che ci riteniamo esseri superiori?
L'altro giorno, mentre cercavo disperatamente qualcosa da fotografare nel giardino di casa mia, la mia attenzione è stata attirata dalle urla della mia vicina che tra lo schifato e il terrorizzato chiamava in soccorso il figlio per un insetto che era sulla loro tavola, neanche il tempo di offrirmi volontario che il baldo giovane provvedeva con una potente e sonora ciabattata a porre fine alla "drammatica" situazione, il risultato paté di non so cosa.
che dire? Come fai a convincere queste persone cosi poco sensibili, cosi ignoranti?

Gigi
Torna all'inizio della Pagina

Goliathus
Utente Senior


Città: Roma
Prov.: Roma

Regione: Lazio


1815 Messaggi
Flora e Fauna

Inserito il - 06 luglio 2009 : 12:25:52 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
Quoto quanto detto da Francesco: si vedono sempre le cose + piccole su cui tutti possono ritenersi superiori (ad es. chi critica gli entomologi x aver preso alcuni esemplari, ma nn centinaia), quando, come detto + volte una sola bottiglia gettata magari da chi critica può uccidere centinaia di esemplari: ne sono un esempio le foto e le esperienze raccontate sopra (comprese le mie)...
Inoltre, è giusto il ragionamento di Francesco sulle multe x le bottiglie (che giustamente deve essere proporzionale al danno che provoca agli animali e all'ambiente), ma secondo me bisogna campbiare mentalità, un altro senso civico; ma, come dice Gigi: come fare??????
Luca

You ain't ever gonna burn my heart out.(Noel Gallagher)

Modificato da - Goliathus in data 06 luglio 2009 12:27:23
Torna all'inizio della Pagina

ospitone
Utente Senior

Città: Cagliari
Prov.: Cagliari

Regione: Sardegna


1518 Messaggi
Flora e Fauna

Inserito il - 06 luglio 2009 : 12:45:11 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
Per cambiare mentalità sarebbe necessario partire dall'infanzia, dalla scuola ma - visto come stanno andando oggi le istituzioni scolastiche - direi che la cosa è quanto mai un miraggio!
Per quanto riguarda le bottiglie 'killer' suggerisco - ma per gli utenti sono parole ovvie - di raccoglierle ogni qual volta le si trovi in giro e se poi non abbiamo voglia di portarcele dietro, di infossarle capovolte nel terreno in modo che il collo sia sepolto e nessuno ci possa entrare! Magari se c'è un moderatore della sezione mammiferi (micromammiferi in dettaglio) e rettili sarebbe utile segnalare con un post apposito i rischi che le bottiglie arrecano pure ai piccoli vertebrati (spesso ci ho trovato pure lucertole)!
Siete d'accordo?


Torna all'inizio della Pagina

Vitalfranz
Utente Senior


Città: Luxembourg

Regione: Luxembourg


2500 Messaggi
Flora e Fauna

Inserito il - 06 luglio 2009 : 13:42:14 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
Sono senz'altro d'accordo che é la mentalità che va cambiata, ma di chi?

Delle persone comuni, che vanno sensibilizzate su questo problema (forse neanche se l'immaginano). Cosa che spetta a insegnanti e guide naturalistiche... oltre che alla politica ambientalistica, che invece si perde in argomenti che non sono affar suo.

Degli entomologi, che comunque non hanno diritto di sterminare una specie, con la scusa che non é protetta.
Conosco personalmente "carabari" che mettono decine di trappole per raccogliere solo Carabus. Il resto (stafilinidi, Geotrupes, carabetti, silfidi, per non parlare di ciò "che non si vede" ) viene "gettato alle volpi".
Qui a Bambesch ci sono almeno 5 specie di Carabus, che ho saltuariamente raccolto per un totale di 4 esemplari... gli altri erano resti schiacciati. Ma mai mi son sognato di mettere trappole a causa del gran numero di Anoplotrupes che finirebbero dentro. E dal momento che questi non interessano a nessuno, non intendo farne strage, anche se sono banali e comunissimi.

E qui ci metterei anche i musei, che con la scusa che non sono controllati da nessuno (e che le bestie sequestrate finiscono poi a loro) credono di avere licenza di uccidere qualsiasi specie in qualunque quantità.

E infine dei cosiddetti animalisti, ambientalisti, verdi, arcobaleno e sbiruló che siano.
Qui la colpa é anche loro: credo che sia stato un errore politico fatale considerare i cacciatori (così come gli entomologi) il nemico principale e non invece delle persone con interessi comuni.
Il cacciatore ha tutto l'interesse a mantenere l'habitat e le specie, proprio per poter cacciare l'anno dopo e quello dopo ancora. La stessa cosa del pescatore.
È evidente che certi divieti e protezioni faunistiche totali (in cui si distingue il delirio della Regione Toscana, ma anche di certi paesi come il Brasile o la Spagna) non hanno alcun effetto, se non (forse) quello contrario.


Francesco Vitali
Torna all'inizio della Pagina

lynkos
Con altri occhi


Città: Sant'Eufemia a Maiella
Prov.: Pescara

Regione: Abruzzo


17647 Messaggi
Tutti i Forum

Inserito il - 06 luglio 2009 : 15:31:02 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
Mbeh, dovrei essermi abituata dopo questi lunghi anni... i malefici ambientalisti e i cacciatori difensori della biodiversità. Insomma, se questo è il parere di un moderatore del più autorevole forum naturalistico italiano (bisogna ammetterlo), figuriamoci altrove fra le "persone comuni"! Siamo messi bene .
La vera minaccia per la natura? Il sistema socio-economico-culturale in quale viviamo e il fatto che siamo in troppi. Per il resto, meglio riderci su .

P.S. Per quanto riguarda il problema specifico delle bottiglie, lasciamo stare i cartelli, cartelloni e cartellini. Ci vorrebbe una bella campagna ambientalista come quelle di una volta per convincere i produttori di bevande di (re)introdurre un sistema per prendere indietro i vuoti in cambio per qualche centesimo, così cambiando la bottiglia da rifiuto a risorsa. In un mondo dove si ascoltano solo i soldi, bisogna parlare il loro linguaggio.

P.P.S. E invece una bella campagna per abolire l'acqua minerale...? No eh!?

Sarah la malefica ambientalista
Torna all'inizio della Pagina

gigi58
Moderatore Trasversale


Città: Trapani
Prov.: Trapani

Regione: Sicilia


17657 Messaggi
Tutti i Forum

Inserito il - 06 luglio 2009 : 16:53:52 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
Messaggio originario di lynkos:

Mbeh, dovrei essermi abituata dopo questi lunghi anni... i malefici ambientalisti e i cacciatori difensori della biodiversità. Insomma, se questo è il parere di un moderatore del più autorevole forum naturalistico italiano (bisogna ammetterlo), figuriamoci altrove fra le "persone comuni"! Siamo messi bene .
La vera minaccia per la natura? Il sistema socio-economico-culturale in quale viviamo e il fatto che siamo in troppi. Per il resto, meglio riderci su .

P.S. Per quanto riguarda il problema specifico delle bottiglie, lasciamo stare i cartelli, cartelloni e cartellini. Ci vorrebbe una bella campagna ambientalista come quelle di una volta per convincere i produttori di bevande di (re)introdurre un sistema per prendere indietro i vuoti in cambio per qualche centesimo, così cambiando la bottiglia da rifiuto a risorsa. In un mondo dove si ascoltano solo i soldi, bisogna parlare il loro linguaggio.

P.P.S. E invece una bella campagna per abolire l'acqua minerale...? No eh!?

Sarah la malefica ambientalista

Sarah non ho nulla da aggiungere, quoto in toto, è la nostra società che deve assumere una diversa filosofia di vita, ma non sono per niente ottimista.
Per il vuoto a rendere è anni che lo dico nelle mie discussioni tra amici, una volta era così ma gli interessi degli industriali sono andati nel verso opposto. Per cambiare rotta basterebbe una legge del tipo: "non c'è plastica per alimenti", sao di quanto diminuirebbe l'inquinamento?

Gigi
Torna all'inizio della Pagina

vespa90ss
Utente Super


Città: Firenze

Regione: Toscana


6366 Messaggi
Tutti i Forum

Inserito il - 06 luglio 2009 : 18:06:44 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
Ciao Sarah,
le due foto che sei riuscita a scattare sono talmente emblematiche nella loro stupefacente esecuzione che dovresti liberarle dal copyright e consentire che vengano scaricate e fotocopiate in decine di esemplari da appendere sui pali che delimitano l'accesso al mare. Ci sarà di sicuro il solito deficiente che a quel punto, scoperta la cosa, metterà di proposito delle bottiglie esca per liberarsi dagli schifosi insetti (ma sarebbe di certo una mosca bianca). Il messaggio invece giungerebbe forte e chiarissimo a tutti coloro che possiedono un minimo senso del rispetto della natura. Dacci quindi l'OK Sarah, se ti va di farlo. Io stesso, appena ritornerei a casa, ne stamperei delle copie con un testo magari da concordare in questo post, che potrei affiggere lungo i cartelli retrodunali.
Ti suggerisco anche di creare un gruppo su Facebook ( se non lo fai tu lo faccio io.... con le tue foto ) che diffonda capillarmente questo messaggio nel mondo dei giovani, cui soprattutto Facebook si rivolge.
Certo è vero che chi va in riva al mare a scolarsi una bottiglia di superalcoolici o dieci bottigliette di birra se ne po' fregà de meno di riportarsi a casa i "vuoti a rendere" ma provare non nuoce. Mai arrendersi.
Una cosa infine, Sarah: quando mi saprai indicare un rigeneratore d'acqua potabile che la renda gradevole al gusto come l'acqua R........ (meglio non essere campanilisti) dimmelo che lo compro subito: trascinarmi a piedi fino al 4° piano i pacchi d'acqua non m'è mai piaciuto .
Grazie per i tuoi commenti fin troppo buoni. Concludo postando una foto di ieri con l'ultimo saccone di monnezza che mi sono trascinato per i duecento metri finali (quelli più soggetti all'invasione dei barbari) a Principina a Mare, all'inizio del Parco dell'Uccellina.
Un saluto particolare a tutti gli amici che stanno dimostrando interessamento a questo genere di problema.
Beppe



Bottled beetles



Arriviamo alla verità, non solo con la ragione, ma anche con il cuore.
Blaise Pascal - Pensées 1670.




Modificato da - vespa90ss in data 06 luglio 2009 18:09:17
Torna all'inizio della Pagina

Eopteryx
Utente Senior

Città: Roma
Prov.: Roma

Regione: Lazio


1201 Messaggi
Tutti i Forum

Inserito il - 06 luglio 2009 : 20:48:15 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
Quoto Francesco in pieno, sia sugli ambientalisti che sugli "entomologisti" (le posizioni estreme non mi sono mai piaciute e spesso se non sempre sono quantomeno controproducenti -altrimenti non citerei Huxley-)

l'educazione credo sia fondamentale per avere rispetto della natura; la maggior parte degli insettini sono animali obiettivamente spettacolari, bisogna solo rimuovere la patina sugli occhi che deriva da insegnamenti e paure sbagliati. Io, nel mio piccolo, quando ho fatto la guida naturalistica, ho cercato di farlo in tutti i modi...

"Verità irrazionalmente difese possono essere più dannose di errori ragionati"
Thomas Henry Huxley
Ciao, Pippo
Torna all'inizio della Pagina

lynkos
Con altri occhi


Città: Sant'Eufemia a Maiella
Prov.: Pescara

Regione: Abruzzo


17647 Messaggi
Tutti i Forum

Inserito il - 06 luglio 2009 : 21:29:35 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
Grazie Gigi per la solidarietà. Nemmeno io sono ottimista, ma cerco di non farmi avvilire. Le energie e gli entusiasmi mi servono per portare avanti i miei impegni al fianco della natura, in qualsiasi forma che siano.
Beppe, tutte le mie foto sono liberamente scaricabili da Flickr in risoluzione decente sotto la licenza "Creative Commons" per tutti usi non commerciali, un mio piccolissimo contributo al lavoro di divulgazione e sensibilizzazione che sono convinta è di importanza fondamentale. Le due foto in questo post sono disponibili qui e qui. Se possono essere d'aiuto in qualsiasi maniera, a te o a chiunque, sarei felicissima.
Per quanto riguarda l'acqua minerale... hai provato semplicemente a mettere l'acqua dal rubinetto in una bottiglia di vetro nel frigo per una notte prima di berla? Non sarà mai gustosa come l'acqua R... (boh!!!???), ma sarebbe un bel gesto in favore dell'ambiente e la tua schiena ti ringrazierebbe !
Quel sacco di plastica nera piena di rifiuti mi fa venire una grande nostalgia . Qualcuno da qualche parte ha per caso una spiaggia da pulire???

Sarah Gregg - Con altri occhi


"A cosa serve una grande profondità di campo se non c'è un'adeguata profondità di sentimento?" Eugene Smith, fotografo americano
Torna all'inizio della Pagina

Notoxus59
Utente Senior


Città: Mordano
Prov.: Bologna

Regione: Emilia Romagna


1522 Messaggi
Tutti i Forum

Inserito il - 06 luglio 2009 : 22:02:39 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
Una cosa infine, Sarah: quando mi saprai indicare un rigeneratore d'acqua potabile che la renda gradevole al gusto come l'acqua R........ (meglio non essere campanilisti) dimmelo che lo compro subito: trascinarmi a piedi fino al 4° piano i pacchi d'acqua non m'è mai piaciuto .


Ciao Beppe , anche io come tè avevo il problema dei pacchi d'acqua ma sai con che cosa l'ho risolto ?, con quelle semplici caraffe che filtrano l'acqua del rubinetto , ora il problema dei pacchi e delle bottiglie di plastica non l'ho più .

Mentre per l'ignoranza purtroppo non si riesce a far nulla , basta guardare i giovani d'oggi...(sicuramente non tutti) che fanno ?... in primo luogo non pensano ad altro che ad ubriacarsi....ora questo è il loro divertimento poveretti altrimenti si annoiano!!! ma prendessero un sacco e andassero a ripulire i litorali i fiumi e quant'altro, almeno fossero utili
Scusate l'incazzatura


Ciao Degio


Quel can feg in cù al farò dmè, se dmè a no gnit da fè an farò gnit.
Mia massima
Torna all'inizio della Pagina

Vitalfranz
Utente Senior


Città: Luxembourg

Regione: Luxembourg


2500 Messaggi
Flora e Fauna

Inserito il - 07 luglio 2009 : 10:07:37 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
Sara, io onestamente non riesco a capire il tuo atteggiamento e, Gigi, il tuo pessimissimo.

Mi dici che "la colpa é il sistema socio-economico-culturale nel quale viviamo" e - aggiungo io - basato sull'interesse e sui soldi... ma meno male che c'è!

Esempio bottiglie. Le bottiglie di plastica hanno consentito di produrre dei contenitori riciclabili, a basso costo e bassissimo peso, che raggiungono anche 5 litri.
Se rintroducessimo il vetro a rendere per tutto (acqua latte, vino, succhi), avremmo una quantità di bottiglie da litro almeno doppia rispetto a quella di oggi, e di peso maggiore, a cui si aggiungerebbe anche quello dei contenitori (via anche il cellophane!).
Dal momento che la quantità di prodotto sarebbe sempre la stessa - perché questa é la richiesta del mercato - raddoppieremmo i viaggi dei camion, il traffico, il consumo di carburanti, l'inquinamento, etc.
Tieni presente che dove esiste il vetro a rendere (ad esempio qualche prodotto in Germania), ogni produttore vuole la sua bottiglietta e perció, prima di andare al supermercato, dovremmo caricarci la macchina di bottiglie vecchie e poi fare la coda per restituire ai produttori il loro vuoto...
Di fatto, qui si cerca di evitare il prodotto col vetro a rendere, per evitarsi la seccatura di tornare al negozio.

E tutto questo per cosa?
La bottiglia di vetro é pericolosa per gli insetti quanto quella di plastica (quella che hai postato tu é di vetro) e quanto alla biodegradabilità, la settimana scorsa un programma francese parlava di una bottiglia con messaggio ripescata in mare (in Scozia) 24 anni dopo il suo lancio.

Perciò "una bella campagna ambientalista come quelle di una volta per convincere i produttori di bevande di (re)introdurre un sistema per prendere indietro i vuoti" oltre ad essere fantascienza, sarebbe pure dannosa per l'ambiente!
Se queste sono le idee degli ambientalisti, siamo messi bene!

Il problema non é la plastica - che é riciclabile - il problema é non disperderla nell'ambiente!
Tornando alle spiagge della Toscana, qualche anno fa ho notato che i bidoni di Marina di Cecina erano, alla sera, letteralmente ricoperti da un volume di spazzatura doppio o triplo rispetto a quello che potevano contenere. Ovvio che col vento, se ne va in giro tutto.
Allora!
Non lamentiamoci se le spiagge sono sporche se il Comune (o la Regione) mi piazza un bidone ogni 500 metri o più.
All'epoca mi sono dovuto fare 50 km con la spazzatura in macchina, al sole, per trovare un bidone vuoto!
In Toscana siete riusciti ad approvare il regolamento di protezione della fauna più scellerato d'Europa e non riuscite a piazzare qualche bidone in più???

È questo il vero problema.
Si dice che al sud la gente non ricicla: Ma ce li ha i contenitori?
Per non parlare poi delle discariche... ma credete che il nord Europa ve la mandi in Italia la spazzatura???
Certo che se vi preoccupate di "cambiare il sistema socio-economico-culturale" e non di cambiare i sacchetti alla spazzatura...

Io credo, Gigi, che la gente sia molto più civile di quello che si pensi.
Vedo la gente qui del Lussemburgo: 30% son portoghesi, 15% sono italiani del sud, altri sono neri o indiani...si calcola che i locali non arrivino al 40%, ma si comportano tutti civilmente come degli svizzeri tedeschi!

Allora, visto che la gente ascolta solo i soldi, invece di inventarci regolamenti donchichotteschi e utopici, cerchiamo di far capire l'utilità economica dell'ambiente, di un bosco o una spiaggia pulita... e non a proteggere dagli entomologi il Forlimpopulus minutissimus che vive nell'ambiente retrodunale, di cui non frega niente a nessuno!
E diamo la possibilità di farlo! Magari partendo da un cartello convincente, come dice Vespa, con la bella foto di Sara...


Francesco Vitali
Torna all'inizio della Pagina

lynkos
Con altri occhi


Città: Sant'Eufemia a Maiella
Prov.: Pescara

Regione: Abruzzo


17647 Messaggi
Tutti i Forum

Inserito il - 07 luglio 2009 : 11:08:59 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
Francesco, che tu e io abbiamo un rapporto molto diverso con la natura si capiva anche prima. Niente di nuovo quindi . Non abbiamo nessuno dei due il potere di poter influenzare significativamente il destino del mondo, né nel bene, né nel male, quindi tanto meglio non sprecare parole cercando inutilmente di convincere l'altro della bontà delle nostre rispettive scelte e convinzioni.
Non mi dispiacerebbe avere la possibilità di dialogare a livello politico-economico, ma è espressamente vietato dal regolamento del Forum NM. A questo punto, tanto meglio andare a fare un bel giretto nel bosco. Che è precisamente ciò che farò... .

Sarah Gregg - Con altri occhi


"A cosa serve una grande profondità di campo se non c'è un'adeguata profondità di sentimento?" Eugene Smith, fotografo americano
Torna all'inizio della Pagina

gigi58
Moderatore Trasversale


Città: Trapani
Prov.: Trapani

Regione: Sicilia


17657 Messaggi
Tutti i Forum

Inserito il - 07 luglio 2009 : 14:00:12 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
Messaggio originario di Vitalfranz:

Sara, io onestamente non riesco a capire il tuo atteggiamento e, Gigi, il tuo pessimissimo.

Francesco Vitali

Francesco la tua analisi sui trasporti sarà anche veritiera, tuttavia le tonnellate di plastica riciclabile ma non riciclata a dispetto delle numerose campagne di sensibilizzazione alimenta il mio pessimismo, numerose generazioni di giovani sono state edotte sin dalla più tenera età sull'importanza dell'ambiente per la nostra stessa sopravvivenza, parecchi di questi ex giovani siedono ora anche nel nostro parlamento o in posti chiave ma i risultati sono gli stessi, l'inquinamento avanza, non indietreggia a dispetto di tutti gli insegnamenti impartiti
Allargando il discorso è da quando andavo alle elementari che si parla dell'importanza del verde e dei boschi, ma puntualmente ogni anno è un ecatombe: migliaia di ettari di terreno vanno regolarmente in fumo. Manca e non riusciamo a creare una coscienza collettiva che consente di richiamare quei pochi cretini che abusano dell'ambiente. Perché sarà anche vero che pochi trasgrediscono le regole, ma la maggior parte non fa niente per farle rispettare, si limita a guardare e chi difende dallo schiacciamento di un insetto viene nella migliore delle ipotesi guardato come un non sano di mente, non ti dico cosa mi è stato detto quando ho rimproverato una signora che aveva raccolto un'orchidea solo perchè non aveva mai visto un fiore così!

Gigi

Modificato da - gigi58 in data 07 luglio 2009 14:02:32
Torna all'inizio della Pagina

vespa90ss
Utente Super


Città: Firenze

Regione: Toscana


6366 Messaggi
Tutti i Forum

Inserito il - 07 luglio 2009 : 15:17:54 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
Beh...Sarah, perdonami, ma non ce l'ho fatta a trattenermi...ho preso le tue foto ed il titolo...spero non ti dispiaccia. Vedi qui
Sarebbe interessante che tu entrassi nel dettaglio delle tue esperienze...e le, potessi aggiungere fra i commenti
Chi di voi se la sente di appoggiare questa sfida non deve fare altro che iscriversi al gruppo per diffondere questo pensiero fra gli amici.
Ciao Beppe


Arriviamo alla verità, non solo con la ragione, ma anche con il cuore.
Blaise Pascal - Pensées 1670.



Torna all'inizio della Pagina

Carlmor
Moderatore Trasversale


Città: Varese
Prov.: Varese

Regione: Lombardia


8940 Messaggi
Flora e Fauna

Inserito il - 07 luglio 2009 : 17:10:17 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
in realtà il vuoto a rendere potrebbe essere utile anche per ridurre il quantitativo di plastica (e di altri imballaggi) abbandonato nell'ambiente

in Finlandia la cosa sembra funzionare
si paga infatti una caparra anche per il contenitore in plastica (20 centesimi di euro sulla bottiglietta da mezzo litro)

Immagine:
Bottled beetles
119,79 KB

40 centesimi se ben ricordo su quello da un litro e mezzo
(devo dire comunque che un buon deterrente all'acquisto è il fatto che l'acqua più a buon mercato costa circa 1,20 euro per la bottiglietta da mezzo litro)

un discorso simile vale per le lattine in alluminio

Immagine:
Bottled beetles
74,48 KB

Per far funzionare il meccanismo della raccolta dei vuoti, in tutti i supermercati finlandesi, anche di catene differenti, (quindi puoi prendere il contenitore al supermercato X e riportarlo all'Y) c'è una macchinetta che recupera i vuoti e rilascia un buono sconto.

La gente quindi riporta i vuoti al supermercato e buona parte dei contenitori in questo modo vengono recuperati direttamente da chi li vende (e non rimangono come da noi sul groppo del consumatore finale che li paga quando li acquista e poi paga pure per la raccolta degli stessi con la tassa rifiuti)
... e i vuoti buttati per strada o nei cestini dato che hanno un "valore" vengono raccolti dai "senza tetto" che "arrotondano" i guadagni giornalieri

basterebbe l'interesse politico a voler fare una cosa del genere anche in Italia
per vedere meno imballaggi abbandonati per strada, nei boschi ecc ... ma dubito succederà mai una cosa del genere nel nostro paese


Carlo
Torna all'inizio della Pagina

saltimpalo
Utente Senior

Città: Firenze
Prov.: Firenze

Regione: Toscana


2639 Messaggi
Flora e Fauna

Inserito il - 07 luglio 2009 : 17:16:34 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
Personalmente sarei contento un giorno di vedere un'Italia dove ognuno si assume le proprie responsabilità senza camuffarle dietro quelle altrui...

Ciao Francesco


Molti dicono: salviamo i monti e le colline!...io dico: salviamo le pianure!!!.....e continuo a crederci!!!
Torna all'inizio della Pagina

Gaya
Utente V.I.P.

Città: Torino
Prov.: Torino

Regione: Piemonte


152 Messaggi
Flora e Fauna

Inserito il - 07 luglio 2009 : 17:19:39 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
La plastica si può riciclare ma non produrla è ancora meglio! Da qualche tempo ho scoperto che l'acqua del rubinetto diviene accettabile con l'aggiunta delle bustine effervescenti... uso ancora l'acqua in bottiglia, ma in quantità molto minore!
Riguardo la coscienza collettiva e il rispetto dell'ambiente sono anch'io molto pessimista... molte delle persone che conosco, in un prato incolto vedono un luogo che può dare un reddito con una bella colata di cemento. E non diversamente ragiona chi ci governa.
Il consumo del territorio mi sembra il pericolo maggiore... una volta che si è costruito non si torna più indietro. Non so che cosa si possa fare ma uniamo le nostre forze.. facciamoci sentire, difendiamo ciò che è rimasto!

Gaia
Torna all'inizio della Pagina

saltimpalo
Utente Senior

Città: Firenze
Prov.: Firenze

Regione: Toscana


2639 Messaggi
Flora e Fauna

Inserito il - 07 luglio 2009 : 17:34:29 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
Messaggio originario di Gaya:

La plastica si può riciclare ma non produrla è ancora meglio! Da qualche tempo ho scoperto che l'acqua del rubinetto diviene accettabile con l'aggiunta delle bustine effervescenti... uso ancora l'acqua in bottiglia, ma in quantità molto minore!
Riguardo la coscienza collettiva e il rispetto dell'ambiente sono anch'io molto pessimista... molte delle persone che conosco, in un prato incolto vedono un luogo che può dare un reddito con una bella colata di cemento. E non diversamente ragiona chi ci governa.
Il consumo del territorio mi sembra il pericolo maggiore... una volta che si è costruito non si torna più indietro. Non so che cosa si possa fare ma uniamo le nostre forze.. facciamoci sentire, difendiamo ciò che è rimasto!

Gaia


Condivido in pieno. Nel mio piccolo appoggio in pieno la campagna "Stop al consumo di territorio" perchè vedersi rubare la propria natura in nome di interessi particolari è una cosa che più di una volta mi ha tolto il sonno.
Ovviamente questo implica un cambiamento radicale di modello di vita.

Ciao Francesco!


Molti dicono: salviamo i monti e le colline!...io dico: salviamo le pianure!!!.....e continuo a crederci!!!

Modificato da - saltimpalo in data 07 luglio 2009 17:35:51
Torna all'inizio della Pagina
Pag.di 4 Discussione Precedente Discussione Discussione Successiva  

Pagina Successiva >>

 Nuova Discussione
 Versione Stampabile my nm Leggi più tardi
Scorciatoia






Natura Mediterraneo © 2003-2020 Natura Mediterraneo Torna all'inizio della Pagina
Questa pagina è stata generata in 0,57 secondi. TargatoNA.it | Movie BackStage | Snitz Forums 2000

Leps.it | Herp.it | Lynkos.net