testata Forum Natura Mediterraneo
Forum | Registrati | Msg attivi | Msg Recenti | Msg Pvt | Utenti | Galleria | Map | Gadgets | Cerca | | FAQ | Regole |NUOVA Tassonomia | Pagina Facebook di Natura Mediterraneo | Google+
Suggerimento: L'iscrizione al nostro Forum è gratuita e permette di accedere a tutte le discussioni.
Cerca
Salva
Password dimenticata

 Galleria Tassonomica
 di Natura Mediterraneo
 


Nota! La determinazione degli insetti necessita quasi sempre di un'indicazione geografica e temporale precisa.
Invitiamo quindi gli utenti ad inserire questi dati ogni volta che viene richiesta una determinazione o viene postata una foto di un insetto. I dati forniti dagli utenti ci consentiranno anche di attribuire un valore scientifico alle segnalazioni, contribuendo a migliorare e integrare le attuali conoscenze sulla distribuzione delle specie postate.


 Tutti i Forum
 Forum Animali - Natura Mediterraneo
   INSETTI
 Coleoptera e Strepsiptera
 Sconosciuto dal Lussemburgo (Lymexylidae)
 Nuova Discussione
 Versione Stampabile my nm Leggi più tardi
I seguenti utenti stanno leggendo questo Forum Qui c'è:
Autore Discussione Precedente Discussione Discussione Successiva  

Vitalfranz
Utente Senior


Città: Luxembourg

Regione: Luxembourg


2500 Messaggi
Flora e Fauna

Inserito il - 22 maggio 2009 : 17:10:09 Mostra Profilo  Apri la Finestra di Tassonomia  Latitudine e Longitudine 49.640511,6.098614 clicca per visualizzare la mappa Google dal Satellite

Classe: Hexapoda Ordine: Coleoptera Famiglia: Lymexylidae Genere: Hylecoetus Specie:Hylecoetus dermestoides
Posto qui le immagini di un insetto straordinario, che non avevo mai visto in vita mia... e avrei continuato a non vedere chissà per quanto, se mia moglie non lo avesse scorto su un tronco di faggio abbattuto .
Foresta di Bambesch, Luxembourg ville, oggi.
Quasi 2 cm.

Chi sa cos'è?


Sconosciuto dal Lussemburgo  (Lymexylidae)
289,5 KB

Sconosciuto dal Lussemburgo  (Lymexylidae)
245,23 KB
Sconosciuto dal Lussemburgo  (Lymexylidae)
232,76 KB

Sconosciuto dal Lussemburgo  (Lymexylidae)
259,53 KB
Sconosciuto dal Lussemburgo  (Lymexylidae)
274,48 KB

Francesco Vitali

Velvet ant
Moderatore


Città: Capaci
Prov.: Palermo

Regione: Sicilia


3768 Messaggi
Flora e Fauna

Inserito il - 22 maggio 2009 : 17:42:02 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
Mai vista neanch'io, Francesco, veramente una bella specie
Però, dopo una ricerca nel web, credo di averla individuata.
Si tratta di una femmina di Hylecoetus dermestoides (Lymexylonidae).
Ovviamente, specie e famiglia nuove per il forum
Puoi vedere qui un'immagine di confronto



Marcello


Sconosciuto dal Lussemburgo  (Lymexylidae)
 
Torna all'inizio della Pagina

Elitra
Utente Junior


Città: Trento


86 Messaggi
Flora e Fauna

Inserito il - 22 maggio 2009 : 17:44:42 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
Credo sia un bellissimo rappresentante dei Lymexylidae
Un suo cugino si trova sui larici qui dalle mie parti in questa stagione.
Bellissimo, complimenti

Elitra

...Vabbè mi sono sovrapposto, ormai si è già detto tutto ...

Modificato da - Elitra in data 22 maggio 2009 17:46:49
Torna all'inizio della Pagina

Velvet ant
Moderatore


Città: Capaci
Prov.: Palermo

Regione: Sicilia


3768 Messaggi
Flora e Fauna

Inserito il - 22 maggio 2009 : 17:54:19 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
No, non ancora tutto, Marco.
Per esempio, qual'è il nome attualmente in uso per la Famiglia?
Lymexylonidae o Lymexylidae?
Sinceramente io non lo so.


Marcello


Sconosciuto dal Lussemburgo  (Lymexylidae)
 
Torna all'inizio della Pagina

gomphus
Moderatore


Città: Milano
Prov.: Milano

Regione: Lombardia


10487 Messaggi
Tutti i Forum

Inserito il - 22 maggio 2009 : 18:41:50 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
ciao ragazzi

visto che è stato detto "non tutto" , procediamo con un'aggiunta

parentesi: ovviamente confermo Hylecoetus dermestoides, femmina ... bellissima specie che a differenza di francesco, ho avuto alcune (pochissime) volte il piacere di incontrare (le femmine), nelle alpi biellesi; il maschio, che ho visto solo nelle collezioni, ha articoli antennali lungamente flabellati e avancorpo nero

il nome corretto è Lymexylidae, dal genere Lymexylon, radicale Lymexyl-; la specie si chiama Lymexylon navale, di conseguenza Lymexylon, in quanto neutro, deve essere per forza della seconda declinazione, non può essere della terza con genitivo "Lymexylonis"; e quindi l'ortografia "Lymexylonidae" è un'ortografia (credo originale) scorretta

il codice stabilisce che:

l'ortografia originale, anche se scorretta, va mantenuta per i nomi di famiglia proposti dopo il 1999... e non è questo il caso

l'ortografia scorretta, originale o meno, va mantenuta se è in uso predominante; io ho visto usare a seconda dei casi Lymexylidae o Lymexylonidae, e quindi non mi sembra che si possa invocare l'uso predominante dell'uno o dell'altro ("uso predominante" non significa "usato dal 50% più uno "!)

e quindi secondo me, la scelta deve cadere sull'ortografia corretta Lymexylidae

marcello, puoi procedere

maurizio

quando l'ultimo albero sarà stato abbattuto,
l'ultimo fiume avvelenato, l'ultimo pesce pescato,
allora ci accorgeremo che i soldi non si possono mangiare

Torna all'inizio della Pagina

Herzog
Utente V.I.P.


Città: Belluno
Prov.: Belluno

Regione: Veneto


354 Messaggi
Fotografia Naturalistica

Inserito il - 23 maggio 2009 : 09:21:25 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
Riprendo questo post perchè mi sono accorto che Lobl & Smetana, nel IV volume del loro Catalogo dei Coleotteri paleartici, indicano questa specie come:

Elateroides dermestoides Linnaeus, 1761

Secondo voi qual'è il nome corretto da assegnarle?

Enzo

Modificato da - Herzog in data 23 maggio 2009 09:22:56
Torna all'inizio della Pagina

Vitalfranz
Utente Senior


Città: Luxembourg

Regione: Luxembourg


2500 Messaggi
Flora e Fauna

Inserito il - 23 maggio 2009 : 22:31:24 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
Ringrazio tutti per l'interesse e puntualizzo: superfamiglia nuova per il Forum!
Le faccine non (me) le metto perché non vale (non é specie del Mediterraneo )

La domanda di Herzog é molto interessante.
Elateroides é di Schäffer del 1766, sicuramente in priorità su Hylecoetus Latreille, 1806.
Secondo il Nomenclator zoologicus entrambi i nomi sono validi, ma è molto probabile che la specie tipo del primo sia la stessa del secondo, essendo l'unica specie diffusa in Francia e Germania.
In realtá ci sarebbe anche flabellicornis, ma é di Schneider del 1791 e Schäffer non la conosceva di sicuro.
Perciò, a meno di stranezze nomenclatoriali, il nome di Schäffer dovrebbe essere quello valido.


Francesco Vitali
Torna all'inizio della Pagina

Hemerobius
Moderatore


Città: Alghero
Prov.: Sassari

Regione: Sardegna


4877 Messaggi
Flora e Fauna

Inserito il - 23 maggio 2009 : 23:17:00 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
Oh, sono andato a guardare dove Schaeffer aveva descritto l'Elateroides: alla 179° tavola di 180, me le sono dovute guardare tutte !
Allora la descrizione (che è poi solo il nome con la figura) è nel terzo volume delle Icones Insectorvm Circa Ratisbonam, opera chiaramente non binomiale ed i cui nomi generici latini dovrebbero essere non disponibili salvo delibere contrarie della Commissione Internazionale di Nomenclatura Zoologica (Francesco stai calmo !), e non nel Elementa Entomologica in cui Schaeffer illustra un "sistema" alternativo a quello di Linneo ma "potenzialmente" binomiale per cui i generi (e solo dei generi parla) lì descritti dovrebbero essere validi (il condizionale sempre per il motivo di cui sopra).

Ciao Roberto

verum stabile cetera fumus
Torna all'inizio della Pagina

Vitalfranz
Utente Senior


Città: Luxembourg

Regione: Luxembourg


2500 Messaggi
Flora e Fauna

Inserito il - 24 maggio 2009 : 08:22:47 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
Quindi non buono...
ma nella seconda opera che hai menzionato, Elateroides viene citato o no?

Francesco Vitali
Torna all'inizio della Pagina

Hemerobius
Moderatore


Città: Alghero
Prov.: Sassari

Regione: Sardegna


4877 Messaggi
Flora e Fauna

Inserito il - 24 maggio 2009 : 11:54:23 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
Posto le pagine originali (che sono anche belle ).

Roberto


Sconosciuto dal Lussemburgo  (Lymexylidae)
Sconosciuto dal Lussemburgo  (Lymexylidae)


PS: c'è anche un Dermestoides: potrebbe essere il maschio?

Sconosciuto dal Lussemburgo  (Lymexylidae)
Sconosciuto dal Lussemburgo  (Lymexylidae)


PPS: mi correggo le tavole non sono 180 ma 280, ed ho trovato Elateroides alla penultima sigh!

verum stabile cetera fumus
Torna all'inizio della Pagina

gigi58
Moderatore Trasversale


Città: Trapani
Prov.: Trapani

Regione: Sicilia


17657 Messaggi
Tutti i Forum

Inserito il - 24 maggio 2009 : 12:09:58 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
Quando ho letto questo post se fossi stato un moderatore l'avrei cambiato in: Anche gli angeli mangiano fagioli
Complimenti, mai visti tutti questi interventi di Big in un unico post come dire se l'esca è buona puoi prendere tanti pesci grossi



Gigi
Torna all'inizio della Pagina

Vitalfranz
Utente Senior


Città: Luxembourg

Regione: Luxembourg


2500 Messaggi
Flora e Fauna

Inserito il - 24 maggio 2009 : 13:27:40 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
Mooolto interessante Roberto.
In questa pagina (del 1766) compaiono insetti che furono inventati da Geoffroy nel 1763 (Stenocorus), ma su specie diverse (ora Rhagium, vedi discussione di quest'inverno).
In pratica compare lo Stenocorus (meridianus) che fu poi reso valido da Fabricius nel 1775.

Ma interessanti sono anche i nomi tedeschi attribuiti.
Lo Stenocorus é indicato come "Sechzender Stützkäfer mit stachellosem Brustschilde"... cioè, per chi avesse poca familiarità col tedesco del '700: "Sechzehnte Stützkäfer mit stachellosem Halsschild"
che oggi si tradurrebbe: sedicesimo isteride con torace mutico.

Anche l'Elateroides é indicato come "Ester Afterspringkäfer" cioè primo "elateride...".
Il termine After (che significa "ano") non é più usato nei nomi tedeschi degli insetti, ma credo che indicasse specie col pigidio scoperto...
Il nome non é meglio traducibile...


Francesco Vitali

Torna all'inizio della Pagina

Hemerobius
Moderatore


Città: Alghero
Prov.: Sassari

Regione: Sardegna


4877 Messaggi
Flora e Fauna

Inserito il - 24 maggio 2009 : 13:43:20 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
Essendomi interessato di After- per via del Afterjüngferchen cioè del Libelloides posso dirti che il sostantivo significa ano, ma il mio vocabolario, sostenuto dal contesto in cui lo usa Schaeffer, recita:
after..., nelle parole composte significa: 1) posteriore; 2) di seconda mano; 3) scadente, cattivo, falso.

Io ho quindi tradotto Afterjüngferchen come pseudo-libellulla [o libellulastra ] che è appunto il significato di Libelloides. Stessa cosa per il tuo Elateroides.

Ciao Roberto

verum stabile cetera fumus
Torna all'inizio della Pagina

Vitalfranz
Utente Senior


Città: Luxembourg

Regione: Luxembourg


2500 Messaggi
Flora e Fauna

Inserito il - 24 maggio 2009 : 14:51:12 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
Messaggio originario di Hemerobius:
posso dirti che il sostantivo significa ano, ma il mio vocabolario, sostenuto dal contesto in cui lo usa Schaeffer, recita:
after..., nelle parole composte significa: 1) posteriore; 2) di seconda mano; 3) scadente, cattivo, falso.


Interessante l'estrapolazione che aveva questa parola...
Ho visto però che il nome attuale degli Asclaphidae é Schmetterligshafte, in cui "Haft-" ha un'altra radice rispetto a "After", significando "aderire"... forse "simili alle farfalle".
Non so però se in realtà si tratti di un'emendazione "puritana" () del nome precedente... è vero che la composizione del nome sarebbe invertita, ma l'assonanza lascia il dubbio.

Francesco Vitali
Torna all'inizio della Pagina

gomphus
Moderatore


Città: Milano
Prov.: Milano

Regione: Lombardia


10487 Messaggi
Tutti i Forum

Inserito il - 24 maggio 2009 : 14:55:09 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
ciao ragazzi

scusate il ritardo... ma ieri sera poco prima di mezzanotte, ho provato a collegarmi ma è stato impossibile

per il problema del nome, lasciatemi il tempo di digerire le informazioni dei nostri big, come dice giustamente gigi

e lasciatemi aggiungere che almeno nel volume I dove ci sono i carabidi, ma suppongo anche negli altri, lobl & smetana hanno ripetutamente e sistematicamente ignorato, per non dire calpestato, il codice di nomenclatura attualmente in vigore

c'è però un altro dettaglio...

Messaggio originario di Vitalfranz:

Ringrazio tutti per l'interesse e puntualizzo: superfamiglia nuova per il Forum!
Le faccine non (me) le metto perché non vale (non é specie del Mediterraneo )

da che sono approdato sul forum, ho sempre visto che il versante italiano delle alpi è incluso a pieno titolo nel "mediterraneo" di cui sopra

quindi il dermestoides di cui ci stiamo occupando è a tutti gli effetti specie del mediterraneo, anche se non lo è questo particolare esemplare

o no ?


maurizio

quando l'ultimo albero sarà stato abbattuto,
l'ultimo fiume avvelenato, l'ultimo pesce pescato,
allora ci accorgeremo che i soldi non si possono mangiare

Torna all'inizio della Pagina
  Discussione Precedente Discussione Discussione Successiva  
 Nuova Discussione
 Versione Stampabile my nm Leggi più tardi
Scorciatoia






Natura Mediterraneo © 2003-2020 Natura Mediterraneo Torna all'inizio della Pagina
Questa pagina è stata generata in 0,33 secondi. TargatoNA.it | Movie BackStage | Snitz Forums 2000

Leps.it | Herp.it | Lynkos.net