Natura Mediterraneo

 

Macaone

Cerca
 
     
Home / Fauna / Insetti / Macaone

Macaone Papilio machaon

 
 
Macaone

Macaone appena sfarfallato

 

Il macaone

Sono i Ropaloceri (farfalle diurne, con antenne clavate e a riposo con le ali verticalmente all'insù) più belli e popolari rappresentati in Europa soltanto da poche specie e diffusi in prevalenza, seppur in numero non particolarmente elevato, nelle regioni tropicali, ove la maggior parte delle forme si distingue per le stupende e luminose tinte delle ali.
Sono le farfalle diurne più grandi, è diffusa in tutta Italia.
Le farfalle del genere Papilio hanno le ali posteriori munite in genere di un'appendice caudiforme, come nel Macaone, diffuso anche in Europa; a questo genere appartengono tuttavia alcune specie le cui femmine sono prive di simili appendici.
Le ali del Macaone sono grandi, appariscenti con disegno a bande giallo e nero, una larga fascia frastagliata di colore blu e una macchia rossa a forma di occhio sulle ali posteriori.
Le larve hanno generalmente una struttura tozza e una colorazione molto varia, verdoline a puntini rossi e neri. Possono estroflettere dal protorace una "forcella" carnosa (osmeterio) giallo o violetta, che emana un odore fortemente aromatico. Tale organo sembra assolvere una duplice funzione: spaventare i nemici e fungere da apparato escretore per eliminare gli oli eterei assunti dal cibo (le larve si cibano di ombrellifere, quali finocchio e carota selvatici, sulle quali spesso si trovano).
Le crisalidi non sono racchiuse in un bozzolo, ma pendono libere dai rami o da sassi, cui si tengono attaccate mediante una "cintura" di filamenti sericeri, mentre l'estremità dell'addome viene agganciata ad un cuscinetto di seta mediante sottili uncini.

Bruco di macaone

Lo sapevate che...

Il macaone ha due generazioni annue: la prima in aprile-maggio, la seconda in luglio-agosto; se l'annata è particolarmente favorevole può esserci anche una terza in settembre-ottobre. I bruchi dell'ultima generazione si trasformano in crisalidi succinte destinate ad affrontare l'inverno.

 

 Copyright Natura Mediterraneo 2003 - 2014

 

Valid HTML 4.01 Transitional