Forum | Registrati | Msg attivi | Msg Recenti | Msg Pvt | Utenti | Galleria | Map | Gadgets | Cerca | | FAQ | Regole |Tassonomia Natura Mediterraneo | Pagina Facebook di Natura Mediterraneo | Google+
Suggerimento: Hai provato la nostra ricerca tassonomica da Browser? Clicca qui per info!
Cerca
Salva
Password dimenticata

 Galleria Tassonomica
 di Natura Mediterraneo
 



 Tutti i Forum
 Forum Animali - Natura Mediterraneo
 MOLLUSCHI TERRESTRI E DULCIACQUICOLI
 Daudebardia (Daudebardia) brevipes sicula Bivona, 1839
 Nuova Discussione
 Versione Stampabile my nm Leggi più tardi
I seguenti utenti stanno leggendo questo Forum Qui c'è:
Autore Discussione Precedente Discussione Discussione Successiva  

Subpoto
Moderatore


Città: Roma
Prov.: Roma

Regione: Lazio


8378 Messaggi
Tutti i Forum

Inserito il - 30 agosto 2007 : 16:58:40 Mostra Profilo  Apri la Finestra di Tassonomia

Classe: Gastropoda Famiglia: Daudebardiidae Genere: Daudebardia (Daudebardia) Specie: Daudebardia (Daudebardia) brevipes sicula
Alcune foto di Daudebardia (Daudebardia) brevipes sicula Bivona, 1839 D. 3,4 mm. proveniente dal Monte Semprevisa 1500 m. nei Monti Lepini(LT).

Daudebardia (Daudebardia) brevipes sicula
Daudebardia (Daudebardia) brevipes sicula Bivona, 1839


Daudebardia (Daudebardia) brevipes sicula Bivona, 1839


Oltre la differenza di forma si distingue da Daudebardia rufa per la presenza di una membrana non calcificata che si estende oltre il limite della conchiglia,in D.rufa questo carattere è appena accennato.
Alcune foto di D.rufa per confronto.

D.rufa
Daudebardia (Daudebardia) brevipes sicula Bivona, 1839


Daudebardia (Daudebardia) brevipes sicula Bivona, 1839




La natura è un libro aperto, siamo noi che non sappiamo leggerlo

Sandro

oliv
Utente Senior


Città: Livorno
Prov.: Livorno

Regione: Toscana


607 Messaggi
Tutti i Forum

Inserito il - 31 agosto 2007 : 12:40:41 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
Ciao subpoto
Differenze minime , nella foto 4 mi sembra che la D.brevipes
abbia una maggiore rotondita'spirale della D. rufa.
Oliv
Torna all'inizio della Pagina

Subpoto
Moderatore


Città: Roma
Prov.: Roma

Regione: Lazio


8378 Messaggi
Tutti i Forum

Inserito il - 31 agosto 2007 : 14:15:32 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
Ciao oliv,
abbiamo visto troppi pochi esemplari per azzardare ipotesi su come si possono presentare queste specie di forma molto variabile.
I caratteri differenziali che sembrano costanti anche aiutandomi con le illustrazioni di Giusti,Castagnolo & Manganelli 1985(Fauna...faggete..) sono l'accrescimento più rapido dei giri in D.rufa ed il margine superiore della conchiglia vista sul dorso che è rettilineo in D.rufa mentre forma come una gibbosità in D.brevipes.
Si può aggiungere la membrana non calcificata che borda il labbro di D.brevipes evidente anche nelle foto del lavoro citato ed il colore che almeno nei miei esemplari è molto diverso, bruno-rossasto in D.rufa e trasparente con tendenza al verdognolo in D.brevipes, ma non so quanto questo carattere sia costante.
Le foto 3 e 4 illustrano D.rufa mentre D.brevipes è illustrata dalle foto 1 e 2,
provvederò ad inserire i nomi per non creare confusione.



La natura è un libro aperto, siamo noi che non sappiamo leggerlo

Sandro
Torna all'inizio della Pagina

Fabiomax
Moderatore


Città: Cefalù
Prov.: Palermo

Regione: Sicilia


1980 Messaggi
Flora e Fauna

Inserito il - 02 settembre 2007 : 10:28:57 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
Salve

A mio parere entrambe le conchiglie di Alessandro sono delle Daudebaridia rufus maravignae


Daudebaridia brevipes sicula dei Monti Madonie (Sicilia centro-settentrionale).
Notare in particolare il diverso avvolgimento della spira, che in D. brevipes sicula è molto più stretto.

Ciao Fabio


Immagine:
Daudebardia (Daudebardia) brevipes sicula Bivona, 1839
44,03 KB

SICILIA: BELLA PER NATURA

Modificato da - Fabiomax in data 02 settembre 2007 10:30:09
Torna all'inizio della Pagina

Subpoto
Moderatore


Città: Roma
Prov.: Roma

Regione: Lazio


8378 Messaggi
Tutti i Forum

Inserito il - 03 settembre 2007 : 16:07:59 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
Ciao Fabio,
credo che non si tratti di specie diversa ma di dimensioni,probabilmente quello che ho postato io è un esemplare giovane.
Quanto è il diametro maggiore del tuo esemplare?




La natura è un libro aperto, siamo noi che non sappiamo leggerlo

Sandro
Torna all'inizio della Pagina

Fabiomax
Moderatore


Città: Cefalù
Prov.: Palermo

Regione: Sicilia


1980 Messaggi
Flora e Fauna

Inserito il - 03 settembre 2007 : 19:36:25 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
Hai ragione,
ho dimenticato le misure, che sono un elemento importante.

Immagine:
Daudebardia (Daudebardia) brevipes sicula Bivona, 1839
154,19 KB

a me resta qualche perplessità,
ma non insisto.

SICILIA: BELLA PER NATURA
Torna all'inizio della Pagina

Subpoto
Moderatore


Città: Roma
Prov.: Roma

Regione: Lazio


8378 Messaggi
Tutti i Forum

Inserito il - 03 settembre 2007 : 22:13:02 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
Per toglierti i dubbi ho fatto una proporzione tra i 4,8 mm del tuo esemplare ed i 3,4 del mio, poi l'ho riportato sulla tua foto e così si vede com'era da giovane il rapporto della spira rispetto al labbro.

Immagine:
Daudebardia (Daudebardia) brevipes sicula Bivona, 1839
18,98 KB

mi sembra che da giovane il tuo esemplare era simile al mio.



La natura è un libro aperto, siamo noi che non sappiamo leggerlo

Sandro
Torna all'inizio della Pagina

Fabiomax
Moderatore


Città: Cefalù
Prov.: Palermo

Regione: Sicilia


1980 Messaggi
Flora e Fauna

Inserito il - 29 ottobre 2007 : 19:48:12 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
Daudebardia brevipes sicuala (Bivona, 1839)

Monti Nebrodi (Sicilia centro settentrionale)

Immagine:
Daudebardia (Daudebardia) brevipes sicula Bivona, 1839
164,02 KB

Questo genere di molluschi è prettamente carnivoro, infatti le Daudebardia si nutrono di lombrichi e di altri piccoli molluschi.
Vivono in zone molto umide e soprattutto in zone boscate con abbondante lettiera.

I giovani esemplari di Daudebardia riescono a ritiarsi interamente all'interno della conchiglia, ma nelle successive fasi delle sviluppo l'accrescimento della conchiglia diventa molto lento rispetto a quello del mollusco. Il nicchio proteggerà solo una parte degli ogani vitali de mollusco.

Le conchiglie sono piuttosto variabili, ma per distinguere le conchiglie di D. brevipes sicula da quella di D. rufus maravignae io consiglio di osservare l'ombelico e i giri di spira visti dalla parte ventrale (oltre ai caratteri già evidenziati da Subpoto). Sia l'ombelico che i giri di spira si presentano molto più stretti in D. brevipes sicula rispetto a D. rufus maravigane.

Ciao Fabio







SICILIA: BELLA PER NATURA
Torna all'inizio della Pagina

ang
Moderatore


Città: roma

Regione: Lazio


9144 Messaggi
Tutti i Forum

Inserito il - 29 ottobre 2007 : 23:28:22 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
ho riletto con calma tutto il post e l'ho trovato molto interessante, con una ciliegina sulla torta del nostro fabiomax veramente spettacolare
non sapevo poi che i giovani potessero ritrarsi completamente della conchiglia
solo non ho capito come mai per l'italia si parli delle due sottospecie brevipes sicula e rufa maravignae: in cosa si differenziano dalle sottospecie nominali segnalate per il centroeuropa?

ciao

ang

C'è sempre un baco nella mela. E il baco siamo noi (Alan Burdick)
Torna all'inizio della Pagina

Subpoto
Moderatore


Città: Roma
Prov.: Roma

Regione: Lazio


8378 Messaggi
Tutti i Forum

Inserito il - 30 ottobre 2007 : 02:20:16 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
Complimento Fabio,
bellissima quest'immagine non ho mai trovato questa specie viva.
Per ang non sono riuscito a trovare le differenze con la specie nominale,su Animalbase sono raffigurati esemplari di 3mm perciò presumibilmente giovani e non sono riuscito a capire in cosa diferiscano.



La natura è un libro aperto, siamo noi che non sappiamo leggerlo

Sandro
Torna all'inizio della Pagina

Fabiomax
Moderatore


Città: Cefalù
Prov.: Palermo

Regione: Sicilia


1980 Messaggi
Flora e Fauna

Inserito il - 13 settembre 2009 : 22:58:09 Mostra Profilo Apri la Finestra di Tassonomia
Messaggio originario di Subpoto:

Per toglierti i dubbi ho fatto una proporzione tra i 4,8 mm del tuo esemplare ed i 3,4 del mio, poi l'ho riportato sulla tua foto e così si vede com'era da giovane il rapporto della spira rispetto al labbro.

Immagine:
Daudebardia (Daudebardia) brevipes sicula Bivona, 1839
18,98 KB

mi sembra che da giovane il tuo esemplare era simile al mio.



La natura è un libro aperto, siamo noi che non sappiamo leggerlo

Sandro


Ciao Alessandro

I 4,8 mm della mia conchiglia sono prodotti in buona parte dallo sviluppo dell'ultimo giro,
mentre gli avvolgimenti della spira sono circa 3 sia nel mio esemplare adulto sia nel tuo giovane
Io consiglio di osservare lo sviluppo della spira non dal lato dorsale bensì dal lato ventrale, vi accorgerete che sono proporzionalmene diveri le dimensioni dei primi tre giri e anche le dimensioni dell'ombelico


Immagine:
Daudebardia (Daudebardia) brevipes sicula Bivona, 1839
32,96 KB

Fabio


Sicilia: bellissima per natura
Torna all'inizio della Pagina
  Discussione Precedente Discussione Discussione Successiva  
 Nuova Discussione
 Versione Stampabile my nm Leggi più tardi
Scorciatoia






Forum Natura Mediterraneo © 2003-2014 Natura Mediterraneo Torna all'inizio della Pagina
Questa pagina è stata generata in 1,27 secondi. TargatoNA.it | SuperDeeJay.Net | Snitz Forums 2000

Cooperativa Darwin | Leps.it | Herp.it | Ecotrekking.it | Lynkos.net